Rilievi con laser scanner e drone

Rilievi con laser scanner e drone

 

Il rilievo tramite laser scanner consente di effettuare il passaggio dalla bidimensionalità del rilievo tradizionale alla tridimensionalità originata dalla creazione di nuvole di punti e la loro successiva elaborazione mediante software dedicati. Le nuvole di punti ottenute da laser scanner possono essere integrate con informazioni aggiuntive attraverso l’utilizzo complementare di strumenti quali droni aerei (SAPR) dotati di fotocamera ad alta risoluzione e antenne GPS, per ottenere rispettivamente dati fotogrammetrici e dati geospaziali.

Ogni singolo punto costituente l’insieme della nuvola di punti è identificato dalla sua posizione spaziale, espressa rispetto all’origine identificata con la posizione dello strumento stesso con la possibilità di georeferenziarla con punti GPS, nonché dalle sue coordinate cromatiche derivanti dalla mappatura fotografica eseguita dalle fotocamere integrate nel Laser Scanner che permettono di acquisire il dato RGB attraverso la riflettanza dell’oggetto. Le fotografie permettono inoltre la creazione di ortopanorami navigabili e misurabili.

Il risultato della sinergia tra l’utilizzo delle diverse strumentazioni a disposizione è un modello digitale dell’oggetto discretizzato in milioni di punti con caratteristiche numeriche differenti che rappresenta la base per le operazioni successive.

Partendo dalla rielaborazione della nuvola di punti, è possibile ricavare output 2D, quali per esempio planimetrie, sezioni e prospetti, e modelli 3D in ottica BIM contenenti le informazioni ottenute in campo attraverso una sorta di “reverse engineering”, cioè una modellazione inversa sulla base della nuvola di punti.

Questo flusso di lavoro e le strumentazioni utilizzate permettono di ottenere velocemente rilievi ad elevata precisione, in grado di fornire un livello di dettaglio adatto alle diverse esigenze. L’acquisizione di milioni e milioni di punti consente di avere a disposizione un rilievo completo e misurabile di ogni parte visibile dell’oggetto indagato.

La potenzialità di ottenere una rilevazione estremamente accurata della geometria e dello stato di conservazione delle opere e dei manufatti consente l’applicazione di tale metodo di rilievo in molteplici campi: dal rilievo di edifici esistenti ai fini di riqualificazione e restauro al monitoraggio infrastrutturale, come ad esempio di ponti e di gallerie.  

 

 Rilievi in campo con Laser Scanner:

Modellazione SCAN to BIM: